web-autaut20171

Le mafie non sono invisibili. Si fanno sentire. Bisogna solo saper leggere i segnali che il territorio manda.

 

 

Mafie sotto casa

La criminalità sull’uscio in Emilia Romagna

reading a cura di

Gaetano Alessi

Sara Donatelli

Rebecca Righi

musiche: Luca Taddia, Luca Caselli

 

Mafie sotto casa  tiene monitorate le diverse modalità con cui le organizzazioni criminali si rendono visibili sul nostro territorio.
Una mappa costruita dal basso, a partire dalla lettura delle carte giudiziarie, dalla rassegna stampa, dalle vostre segnalazioni. Per unire i puntini e vedere la faccia delle mafie.

Nasce dalla necessità di incanalare in un percorso comune di democrazia i mille rivoli dell’antimafia che scorrono lungo la regione. Si propone come un contenitore a cui singoli e associazioni possano dare il loro contributo per aiutare la comunità a comprendere meglio il fenomeno mafioso.

Spesso quando si parla di criminalità organizzata si pensa a luoghi lontani da noi. Ma non è così: noi, la mafia, ce l’abbiamo sotto casa.

Una notizia di cronaca, se letta singolarmente, può sembrare di poca importanza. Ma se la stessa informazione viene messa in rete e inserita in un contesto più ampio, può assumere un significato diverso e diventare di grande aiuto per capire come si muove la criminalità organizzata sul territorio. E capire è necessario a contrastare. Da questa esigenza nasce Mafie Sotto Casa.

 

INFO:

dove: Centro Giovanile PanaRock Via Ponte Marianna 35, SPILAMBERTO (MO)

quando: giovedì 11 maggio – ore 20:30

ingresso libero