Oscar-2019-1-1

Una carrellata per parlare dei vincitori e scoprire qualcosa di più sulla loro carriera

 

Gli Oscar di quest’anno hanno confermato le tendenze individuate nei mesi precedenti, premiando il merito e le competenze dei candidati.

Vediamo le varie categorie e scopriamo la storia professionale dei vincitori:

 

Miglior Film: Green Book di Peter Farrelly

I fratelli Farrelly sono da anni conosciuti al grande pubblico come autori di divertenti commedie, ma la svolta alla regia di Peter è avvenuta quest’anno con Green Book, una grande storia di rispetto, amicizia e lotta per il diritto all’uguaglianza, ambientata in un’epoca storica che sembra lontana ma che in realtà è ancora vicinissima

Peter Farrelly ansa-2

La pellicola si è portata a casa anche un altro importante premio

Miglior Attore non Protagonista: Mahershala Ali

L’attore, la cui carriera è iniziata da pochi anni, è però già alla sua seconda statuetta: è già stato Miglior Attore non protagonista nel 2017, con il film Moonlight.

oscar-2019-mahershala-ali-vittoria-green-book-miglior-attore-non-protagonista_jpg_363x200_crop_q85

Nelle biblioteche di Valsamoggia potete trovare i precedenti film del regista e dell’attore:  Io, me & Irene, Il curioso caso di Benjamin Button, la saga Hunger GamesCome un tuonoIl diritto di contare.

 

Miglior Regia, Miglior Film Straniero e Miglior Fotografia a Roma di Alfonso Cuaròn

Trionfo annunciato quello di Cuaròn, che con Roma, film prodotto grazie alla piattaforma di streaming Netflix, si porta a casa ben tre statuette: Miglior Film Straniero, Miglior Regia e Miglior Fotografia.

1551113945_alfonzo-cuaron-orizzontale-920x574

Girato in bianco e nero, Roma ci riporta nelle atmosfere dell’omonimo quartiere di città del Messico, all’inizio degli anni ’70. Un film fortemente ispirato all’infanzia del regista stesso, che dedica a Libo, la domestica che lo ha cresciuto, la sua vittoria.

30-roma.w1200.h630

Non è il primo Oscar di Cuaròn, che dopo aver girato film destinati a bambini e adolescenti, con il fantarealistico Gravity si assicura, nel 2014, Miglior Regia e Miglior Montaggio (furono in tutto 7 le statuette assegnate al film quell’anno).

Altri film del regista che potete trovare nelle Biblioteche di Valsamoggia: Y tu mamá también – Anche tua madre, Harry Potter e il prigioniero di Azkaban, Gravity.

 

Miglior Attore Protagonista: Rami Malek in Bohemian Rhapsody

479

Battendo il favorito Viggo Mortensen (Green Book), Rami Malek, attore diventato famoso per la serie televisiva Mr. Robot, si aggiudica la statuetta per l’interpretazione, ben riuscita, di Freddy Mercury nel film Bohemian Rhapsody.

bohemian-rhapsody-4-maxw-654

Un progetto, fortemente voluto da Brian May e Roger Taylor, che ripercorre la storia dei Queen, e che ha fatto impazzire il pubblico americano (fino a quel momento poco affezionato alla band). Il film, che ha vinto anche altri tre Oscar tecnici (Montaggio, Sonoro e Montaggio Sonoro), pur non essendo fedelissimo ai fatti, è realizzato molto bene e ha sicuramente avuto il merito di far conoscere ai giovani la stupenda musica dei Queen.

Nelle Biblioteche di Valsamoggia potete trovare: Una notte al museo, Una notte al Museo 2, The Master, e la discografia dei Queen

 

Miglior Attrice Protagonista: Olivia Colman in La favorita

download

Completamente inaspettato l’Oscar alla Miglior Attrice Protagonista: battendo le favorite Lady Gaga e Glenn Close, Olivia Colman vince per l’interpretazione della regina Anna d’Inghilterra nel film La favorita, dove recita accanto a Rachel Weisz ed Emma Stone.

big

Pellicola particolarissima, La favorita, come le precedenti opere del regista greco Yorgos Lanthimos: nelle Biblioteche di Valsamoggia potete trovare The Lobster.

 

Miglior Sceneggiatura non Originale: Spike Lee in Blackklansman

Dopo l’Oscar alla carriera del 2016, Spike Lee si aggiudica una statuetta per la Sceneggiatura non Originale (adattamento dell’omonimo libro) di BlacKkKlansman. A consegnargli il premio è stato l’amico di sempre Samuel Lee Jackson.

download (1)

La pellicola tratta la storia vera di Ron Stallworth, poliziotto afroamericano che negli anni ’70 combatte, da infiltrato, il Ku Klux Klan.

blackkklansman

Dello stesso regista, nelle Biblioteche di Valsamoggia potete trovare: La 25.esima ora, Bamboozled, Bus in viaggio, Clockers, Crooklyn, He got game, Inside man, Jungle Fever, Miracolo a Sant’Anna, S. O. S. Summer of Sam.

 

Miglior film d’animazione: Spider-Man – Un nuovo universo

4321931_0420_spiderman

Acclamatissimo dalla critica, Spider-Man – Un uovo universo, il film diretto da Bob Persichetti, Peter Ramsey e Rodney Rothman vince l’Oscar come Miglior Film d’Animazione battendo i seguiti di successo come Gli Incredibili 2, Ralph spacca Internet, l’Isola dei cani di Wes Anderson e il nipponico Mirai di Mamoru Hosoda.

Chissà…magari sarà possibile inserirlo nel cartellone della prossima Rocca Animata…