unnamed-2

In occasione del primo incontro della rassegna La Consulta dialoga con…, abbiamo chiesto ai ragazzi della Consulta Giovani di Valsamoggia di raccontarci chi sono e di illustrarci il programma degli incontri

La Consulta Giovani di Valsamoggia è un organo comunale apartitico e laico, composto da ragazzi tra i 16 e i 30 anni residenti in Valsamoggia, che intende porsi come intermediario tra la popolazione giovanile e l’amministrazione comunale tentando di avvicinare i giovani alla politica ed alla cultura, nonostante l’endemica sfiducia nelle istituzioni che contraddistingue il presente italiano, e di educare la popolazione all’importanza del riconoscimento dell’alterità, della lotta all’illegalità ed alla discriminazione, della salvaguardia del patrimonio storico-artistico ed ambientale.
Per questo la Consulta si impegna ad organizzare eventi di natura politica, culturale e ludica al fine di incoraggiare l’aggregazione e la socializzazione giovanile e promuovere il territorio samoggino.

Da quest’anno, inoltre, l’organo si impegna a coordinare La Consulta dialoga con…, rassegna di incontri, disposti tra la stagione primaverile e quella autunnale, che, seguendo un tema, vedranno coinvolgere tutte le municipalità del territorio comunale e figure eminenti del mondo accademico italiano e del panorama culturale nazionale. Il progetto di quest’anno voleva rendere protagonista dell’evento l’importanza della salute dell’uomo e dell’ecosistema tra esigenze, successi ed ostacoli del mondo della scienza, del diritto e dell’economia.

Le conferenze del primo ciclo (marzo – maggio 2018) tratteranno i seguenti temi:
Leishmania, tra uomo e cane
Vaccini a mente aperta
Infiltrazioni delle organizzazioni di stampo mafioso nel settore sanitario pubblico

L’intento della Consulta è costruire un appuntamento culturale fisso, che ogni anno inviti gli abitanti di Valsamoggia a riflettere e ad informarsi. L’evento, che ha ottenuto il patrocinio del Comune di Valsamoggia, vedrà la presenza delle autorità e degli amministratori di riferimento nelle serate delle conferenze.

Il primo incontro, Leishmania, tra uomo e cane, sul tema leishmania, il contagio dell’uomo e la situazione del territorio samoggino, è previsto per martedì 27 marzo 2018 alle ore 20.45 presso il Centro visita San Teodoro di Monteveglio e vedrà la partecipazione di illustri personalità del mondo accademico e medico italiani.
Nella fattispecie:
Stefania Varani, ricercatrice di microbiologia e microbiologia clinica presso il dipartimento di Medicina specialistica, diagnostica e sperimentale dell’Alma Mater Studiorum – Università di Bologna
Giovanni Poglayen, professore ordinario di malattie parassitarie presso il dipartimento di Scienze mediche veterinarie dell’Alma Mater Studiorum – Università di Bologna
Francesca Matteucci, dirigente veterinario di sanità animale presso l’AUSL di Bologna che svolge attività inerenti alla sanità animale nel territorio dell’Appennino Bolognese

Il secondo incontro, Vaccini a mente aperta, sul tema delle vaccinazioni obbligatorie introdotte dalla legge 119/2017 e degli effetti positivi delle medesime sulla salute del bambino e della comunità intera, è previsto per martedì 24 aprile 2018 alle ore 20.45 presso la Sala dei Giganti della Rocca dei Bentivoglio di Bazzano e vedrà la partecipazione di illustri personalità del mondo accademico e medico italiani.
Nella fattispecie:
Maria Carla Re, direttrice dell’UOC di microbiologia del Policlinico S. Orsola-Malpighi e professoressa ordinaria di microbiologia e microbiologia clinica presso il dipartimento di Medicina specialistica, diagnostica e sperimentale dell’Alma Mater Studiorum – Università di Bologna
Marcello Lanari, direttore dell’UO di pediatria d’urgenza, PS e OBI pediatrici del Policlinico S. Orsola-Malpighi di Bologna e professore associato di pediatria generale e specialistica presso il dipartimento di Scienze mediche e chirurgiche dell’Alma Mater Studiorum – Università di Bologna
Davide Gori, medico specialista in igiene preventiva, dottorando in scienze mediche generali e scienze dei servizi, assegnista di ricerca presso il dipartimento di Scienze biomediche e neuromotorie dell’Alma Mater Studiorum – Università di Bologna

Il terzo incontro, sul tema delle infiltrazioni delle organizzazioni di stampo mafioso nel settore sanitario pubblico, è in fase di organizzazione e sarà inserito nel programma di AUT/AUT Festival 2018.

Potete tenervi informati sui movimenti e gli eventi della Consulta sulle piattaforme

Facebook https://www.facebook.com/consulta.giovanile.valsamoggia/

e Instagram https://www.instagram.com/consultagiovanivalsamoggia/

oppure contattarci per posta elettronica all’indirizzo consulta.giovani.valsamoggia@gmail.com

Vi aspettiamo!

 

Scopri il primo incontro