bakemono4

Prosegue Japanimation, la rassegna di film d’animazione dedicata ai “grandi” organizzata dalla Mediateca di Bazzano

Venerdì 30 marzo ci sarà la seconda delle 5 serate itineranti (una per ogni biblioteca di Valsamoggia) della rassegna Japanimation, film d’animazione di produzione giapponese per adolescenti e adulti.

Questo progetto è stato fortemente voluto dalla Mediateca di Bazzano, e nasce dall’esigenza di portare in “periferia” tutta una serie di film che, per un motivo o per l’altro, non sono riusciti ad arrivare ai nostri schermi, oppure ci sono rimasti pochissimi giorni.

Purtroppo è credenza assai diffusa che i cartoni animati siano prodotti destinati all’infanzia, quando invece non sempre è così. Il disegno animato è soltanto una tecnica, un modo di raccontare una storia, che sicuramente ben si presta ad una trama per bambini, ma non si esaurisce in questo: le caratteristiche del disegno sono funzionali a un tipo di narrazione più poetica, delicata e immaginifica adatta anche per i “grandi”.

Non è un caso, infatti, che i film da noi proposti siano di produzione giapponese: nel paese del Sol Levante, infatti, la tradizione di manga ed anime destinati ad adolescenti e adulti è molto forte e radicata. Tra i registi che potremmo citare, Katsuhiro Ōtomo (Akira, 1988), Satoshi Kon (Paprika – Sognando un sogno, 2006), ma anche i due fondatori dello Studio Ghibli, Isao Takahata (La tomba delle lucciole, 1988) e Hayao Miyazaki (Principessa Mononoke, 1997).

 

Venerdì prossimo, presso la Sala dei Giganti, alla Rocca dei Bentivoglio di Bazzano, ore 20.30, vi proponiamo The boy and the beast, film d’animazione del 2015 di Mamuru Hosoda.

 

La storia di una crescita, di un bambino che diventa adulto facendosi forza attraverso le avversità, in bilico tra il nostro mondo e un magico universo.

Il piccolo Ren, rimasto orfano, preferisce scappare piuttosto che stare con gli insopportabili zii e si ritrova a vagare da solo di notte al centro di Tokyo: incontra una bestia, guerriero di arti marziali, che gli propone scherzosamente di diventare suo discepolo. Il bambino segue la bestia fino a un vicolo dove si trova l’ingresso di una dimensione alternativa abitata magiche creature e qui inizia il suo apprendistato.

Tra incomprensioni e difficoltà, il ragazzo cresce, ma con lui cresce anche la consapevolezza di appartenere a due mondi, di essere diverso da tutti e, quindi, solo. E proprio contro questi sentimenti dovrà vedersela Ren, per arrivare ad riappacificarsi col suo maestro e a ritrovare la propria serenità.

 

Dello stesso autore, puoi trovare Wolf Children – Ame e Yuki i bambini lupoLa ragazza che saltava nel tempo presso la Mediateca di Bazzano. 

 

Vai all'evento Tutto il calendario