coperta

Filare e tessere sono le arti femminili. Anticamente ritenute sacre, queste azioni sono legate nell’intimo al venire alla luce, al dipanarsi della vita e alla sua narrazione.

Dialogo con Cristina Tuci, Anna Pironti, Francesca Bagnoli e Cristina Ghiglia.

 

Rocca dei Bentivoglio

domenica 3 novembre 2019 – ore 17:00

 

Il filo è l’origine. Tutto ciò che è vita può essere plasmato, narrato, curato da un filo. Per questo il filare e il tessere sono le arti femminili. Anticamente ritenute sacre, queste azioni sono legate nell’intimo al venire alla luce, al dipanarsi della vita e alla sua narrazione. Abiti, coperte e stoffe divengono pertanto diari dell’anima, mappe poetiche di relazioni.
E il tessuto diviene corpo, struttura, copertura, appiglio e, insieme, sperimentazione di un linguaggio capace di dar vita a una nuova e diversa narrazione del mondo.

Una grande coperta nasce un anno dopo la prima edizione dell’esposizione biennale d’arte contemporanea e artigianato artistico LeArtiPossibili, tenutasi nel marzo 2016,  per concludere con un evento significativo le iniziative dedicate alla Fiber Art. LeArtiPossibili  ha accolto con piacere la proposta di Isabella Bolech, arte terapeuta e psicologa,  di lanciare l’iniziativa Una grande coperta per la realizzazione di una installazione collettiva. Attraverso un bando lanciato  sono stati perciò invitati a partecipare a questa iniziativa artisti, fiber artist, maestri d’arte, gruppi appartenenti a contesti differenti  ma accomunati dall’uso della pratica artistica nei loro percorsi, professionisti nell’ambito delle professioni di cura che utilizzano la pratica artistica come strumento, e tutti coloro che hanno voluto aderire al progetto e contribuire alla creazione dell’installazione. Per partecipare è stato richiesto di realizzare un manufatto a tema libero utilizzando tutte le tecniche di lavorazione del filo, ogni tipo di materiale tessile e applicazioni varie dalla pittura su stoffa, alla carta, legno, plastica, metalli. Sono pervenuti  178 moduli e ha così preso forma UNA GRANDE COPERTA larga 4 metri e lunga 12,  composta da tanti elementi che uniti raccontano possibili relazioni, possibili linguaggi espressivi e la valorizzazione del fare artistico anche mediante i materiali tessili.

Apertura/incontro: domenica 3 novembre 2019 – ore 17:00 con:

Francesca Bagnoli e Cristina Ghiglia sono le socie fondatrici dell’Associazione LeArtiPossibili

Anna Pironti è responsabile Capo del Dipartimento Educazione Castello di Rivoli

Critina Tuci, storica dell’arte.
Ingresso gratuito.

 

La grande coperta rimarrà esposta alla Rocca dei Bentivoglio fino al 10 novembre 2019. La visita è compresa nel percorso espositivo della Rocca dei Bentivoglio e del Museo Archeologico A. Crespellani.

 

 

INFO:

Rocca dei Bentivoglio
via Contessa Matilde 10, loc. Bazzano, Valsamoggia (BO)

contatti:
tel. 051 836442 – 051 830270 – 334 1329913

scopri legati al filo