memoria

Il 27 gennaio si celebra, come ogni anno, la ricorrenza del Giorno della Memoria (istituita dalle Nazioni Unite nel 2005), in commemorazione delle vittime dell’Olocausto.

Sono anche quest’anno moltissimi gli appuntamenti in cui la Fondazione collabora insieme al Comune di  Valsamoggia, occasioni per ricordare e riflettere, sia per gli studenti dei nostri Istituti comprensivi sia aperte al pubblico:

Tutti in cerchio per ricordare

venerdì 27 gennaio – ore 20:30
Rocca dei Bentivoglio
danze ebraiche, letture a cura degli alunni della scuola primaria di Bazzano, brodo
caldo offerto dal Centro Sociale Cassanelli e pane caldo offerto dal forno Garagnani.

vai all'evento

 

In biblioteca a Monteveglio si ricorda la Shoah

mercoledì 1 febbraio – ore 20:00
 Sala Consiglio, Municipio di Monteveglio

Il gruppo di lettura della Biblioteca di Monteveglio ha il piacere di invitarvi alla presentazione del libro
LEV di Barbara Vagnozzi
con accompagnamento musicale a cura di Antonio Rimedio – fisarmonica.
A fine serata tradizionale distribuzione di pane e brodo caldo a cura dell’Anpi, Sez. Baesi di Monteveglio.
La serata nasce in collaborazione con la Libreria Carta Bianca di Bazzano.

vai all'evento

 

Attività per le scuole
proposte dalle biblioteche di Valsamoggia

(in aggiornamento)

La biblioteca di Crespellano propone la proiezione del film Music box- Prova d’accusa di C. Costa-Gavras, rivolta alle classi terze delle medie di Crespellano e Calcara;
introduzione e dibattito conclusivo con Federica Trenti, segretario dell’ANPI di Crespellano

La Mediateca di Bazzano propone alle scuole secondarie di primo grado di Bazzano un percorso storico ed emozionale attraverso le pellicole che hanno raccontato la persecuzione del popolo ebraico e l’Olocausto.
La mattinata di svolgerà lungo alcuni filoni tematici.
Per le classi prime: “Strappati da casa”, “Nascondersi, fuggire”, “Mentire: per sopravvivere, per sopportare, per giustificare”, “Dopo la tragedia”.
Per le classi seconde e terze: “Emarginati, perseguitati”, “Aiutare, nascondere e nascondersi”, “Il lager”, “Quello che resta, il ricordo e il dolore”.

La biblioteca di Monteveglio organizza:  tre incontri con le classi prime della scuola media di Monteveglio: letture e a seguire attività laboratoriale, a cura della Biblioteca; un incontro con le quinte della scuola elementare di Monteveglio: letture a cura della Biblioteca, seguite da un’esibizione dei danze popolari ebraiche da parte degli alunni; due incontri con le classi seconde della scuola media di Monteveglio: letture e a seguire attività laboratoriale, a cura della Biblioteca.

vai al sito delle Biblioteche

 


 

Gli altri eventi sul territorio:

A cura di Comune di Valsamoggia, delle sez. ANPI locali e delle altre associazioni del territorio

 

Commemorazione

venerdì 27 gennaio – ore 11:00
Monumento ai Deportati, Ca’ Bortolani
Con la partecipazione dell’Amministrazione Comunale, Municipalità ed una
rappresentanza degli alunni delle scuole secondarie di I° grado di Castello di
Serravalle e Savigno, deposizione di una corona e minuto di silenzio.

NO storia di un rifiuto – spettacolo teatrale

venerdì 27 gennaio – ore 21
teatro Calcara (via Garibaldi 56)
Uno spettacolo che tenta di dare voce a seicentomila soldati internati che, senza
accordi prestabiliti, hanno, a rischio della loro stessa vita, detto NO al nazifascismo
info e prenotazioni 348/8738818 o 051/963037 – info@teatrodelletemperie.com
dettagli sul sito della compagnia

Storia di una ladra di libri

venerdì 27 gennaio – ore 20:45
centro sociale Pedrini, Crespellano
Proiezione del film (2013, di Brian Percival)
con una breve introduzione a cura di ANPI Crespellano

Il violino di Auschwitz – concerto

sabato 28 gennaio – ore 20:30
palazzo Garagnani, Crespellano
Musiche e immagini per non dimenticare
un concerto appassionante dedicato alla Shoah, messo in scena dall’ensemble
Barabàn, uno dei più prestigiosi della musica folk italiana

Una comunità nella comunità

domenica 29 gennaio – ore 20.45
Centro sociale Pedrini, Crespellano
Gli ebrei a Bologna dall’uguaglianza religiosa alla persecuzione razziale
Introduzione storica a cura di Simona Salustri (Università di Bologna, Vicepresidente ANPI Bologna) e letture a cura di Ilaria Turrini e Federica Trenti (Anpi Crespellano)

 

Antigone 2017 – evento teatrale di piazza

domenica 29 ore 18
Piazza Garibaldi, Bazzano
Liberamente tratto da Antigone di Sofocle. Una storia di soprusi e lotte per il potere che si ripetono da secoli; uno spettacolo per dire basta ad una Storia che ha sempre lo stesso finale. A cura di Teatro Ariette, Collettivo La Notte, Lab Permanente Pratica Teatrale

Elie Wiesel è scomparso l’estate scorsa. Aveva raccontato l’Olocausto in maniera straordinaria.
A lui ci siamo ispirati per realizzare lo spettacolo LA NOTTE, presentato la prima volta il 27 gennaio 2014 nella piazza di Monteveglio e negli anni successivi a Bazzano, Crespellano e Savigno.
Per rendergli omaggio, abbiamo pensato di realizzare un nuovo spettacolo: ANTIGONE 2017.
Lo dedichiamo a Elie Wiesel, è il nostro modo di dire grazie a una persona che ci ha toccato il cuore.

 

Immaginato e realizzato da: Teatro delle Ariette, Collettivo La Notte, Laboratorio Permanente di Pratica Teatrale
Drammaturgia e regia: Paola Berselli, Stefano Pasquini
Con: Annamaria Andrei, Flavio Azolini, Emanuele Baroni, Stefanie Baumann, Maria Luisa Bompani, Stefano Caiazzo, Caterina Caravita, Marzia Di Gialleonardo, Morena Diamantini, Germana Fratello, Donatella Ianelli, Paola Jara, Alessandro Memoli, Riccardo Memoli, Marilena Monari, Valentina Nanni, Domenico Oliva, Charlotte Parente, Giuseppe Patti, Roberto, Laura Savonieri, Pasqualina Siotto, Barbara Vagnozzi, Franco Villani, Giovanni Zanasi

Ma la memoria di cosa? La memoria di quello che si ripete incessantemente da molto prima che Sofocle, 2500 anni fa, scrivesse questa tragedia. La storia di 2 fratelli che si uccidono combattendo l’uno contro l’altro per la conquista del potere. La storia di uno zio che prende il loro posto, si trasforma in Tiranno e nega il diritto alla sepoltura al fratello traditore. La storia di Antigone che trasgredisce l’ordine dello zio e lo seppellisce lo stesso, anche se sua sorella le dice di non farlo. La storia della sua inevitabile condanna a morte e dell’estrema ma inutile opposizione del giovane figlio del tiranno. La storia di un popolo che tace, per paura, di fronte all’arroganza del potere. Questa è la Storia, la solita Storia. ANTIGONE 2017 è il nostro modo di dire basta, di dire che siamo stufi di questa Storia che ha sempre lo stesso finale. Noi possiamo scrivere un altro finale, noi vogliamo vivere un altro finale, ogni giorno, noi possiamo essere eroi, almeno per un giorno.

Bibliografie e filmografie

Le biblioteche e la mediateca propongono percorsi di lettura e di visione a tema

 

Eventi in tutti i comuni del bolognese

Sul sito della Città Metropolitana di Bologna, infine, sono pubblicati tutti gli appuntamenti nei comuni del bolognese per non dimenticare la Shoah

 

Segui il programma sul sito del Comune di Valsamoggia
Downloads
Gallery