mimosa-2761973_1920

Le associazioni di Valsamoggia festeggiano la festa della donna con spettacoli, presentazioni, momenti di incontro e confronto sulla figura femminile.

 

Nel silenzio delle donne

Una iniziativa nell’ambito della rassegna Nel silenzio delle donne, a cura di Teatro delle Ariette e Libreria Carta Bianca, con il sostegno della Regione Emilia-Romagna e in collaborazione con Comitato Nesun Dorma e Fondazione Rocca dei Bentivoglio.

ACCABADORA

dal romanzo di Michela Murgia
drammaturgia Carlotta Corradi
regia Veronica Cruciani
con Monica Piseddu
produzione Compagnia Veronica Cruciani, Teatro Donizetti di Bergamo, CrAnPi
In un paesino immaginario della Sardegna Maria, all’età di sei anni, viene data a fill’e anima a Bonaria Urrai, una sarta che vive sola e che all’occasione fa l’accabadora. La parola, di tradizione sarda, prende la radice dallo spagnolo acabar che significa finire, uccidere; Bonaria Urrai aiuta le persone in fin di vita a morire. Maria cresce nell’ammirazione di questa nuova madre, più colta e più attenta della precedente, fino al giorno in cui scopre la sua vera natura. È allora che fugge nel continente per cambiare vita e dimenticare il passato, ma pochi anni dopo torna sul letto di morte della Tzia. È a questo punto della storia che comincia il testo teatrale. Maria è ormai una donna, o vorrebbe esserlo. Ma la permanenza sul letto di morte della Tzia mette in dubbio tutte le sue certezze.

 

quando: mercoledì 7 e giovedì 8 marzo
ore: 21:00

dove: Teatro delle Ariette, via Rio Marzatore 2781, VALSAMOGGIA, Loc. Castello di Serravalle

ingresso: intero 10 € – ridotto 7 €

contatti e prenotazioni: Teatro delle Ariette – tel. 051 6704373

vai al sito del teatro delle ariette scopri accabadora

 

Corpi impuri
Il tabù delle mestruazioni

Presentazione del libro
di Marinella Manicardi
dialoga con l’autrice Nicoletta Landi antropologa

“In quei giorni mia madre mi vietava il bagno e non preparava la maionese: sarebbe impazzita! Come pure non toccava i fiori: sarebbero appassiti. Oggi per molte donne le innominabili mestruazioni sono una scocciatura, se non una imbarazzante vergogna”.

Dopo uno spettacolo teatrale di successo Marinella Manicardi scrive il racconto di uno dei tabù più resistenti nelle culture di tutto il mondo, il più coperto dal silenzio o, quando va bene, da eufemismi fra il ridicolo e il tragico.

INFO:

quando: sabato 10 marzo
ore: 18:00

dove: Libreria Carta Bianca, via Borgo Romano 12, VALSAMOGGIA, Loc. Bazzano

ingresso libero fino ad esaurimento posti

contatti: Libreria Carta Bianca – cell. 334 132 99 13 – email: libreria@cartabianca.name

vai al sito della libreria scopri il libro

 

vai al cartellone

Voci di Donne

Dallo stupro etnico alla violenza di genere

Lettura-spettacolo a cura dell’associazione Differenza Maternità, organizzato da Nema Problema Onlus – Valsamoggia

Ideazione e regia: Patrizia Comitardi

Interventi musicali dal vivo: Irene Paglietti

Voci: Alessia Baldini, Irene Paglietti, Lucia Callea, Lucia Nizzola, Maritea Burattini, Monica Meschiari, Raffaella Pinto, Simona Minniti, Soumaya Bakkali.

Testimonianze liberamente tratte da “L’arma dello stupro” di Elena Doni e Chiara Valentini

INFO:

dove: Rocca dei Bentivoglio, via Contessa Matilde 10, VALSAMOGGIA, Loc. Bazzano

quando: sabato 10 marzo 2018
ore: 17:30
ingresso gratuito

contatti: Associazione Differenza Maternità – tel. 059 271087 – email: differenza.maternita@gmail.com

vai al sito web